Mercoledì sera il primo Consiglio Comunale

...

13/06/2019

Definita la Giunta, ma ci sarà una delega per ogni consigliere

Una delega per tutti. Parte all’insegna del lavoro di gruppo il mandato della nuova Amministrazione Comunale, che per i prossimi cinque anni avrà a cuore le sorti di San Martino in Strada. Mercoledì sera in piazza Pagano si è tenuto il primo consiglio comunale, con il giuramento sulla Costituzione di Andrea Torza. «Questo Consiglio Comunale sarà luogo di confronto civile - le parole del neo sindaco -, di condivisione di idee e progetti. Non a caso uno degli impegni che mi sento di garantire è quello di fare in modo che il nostro lavoro non rimanga isolato all’interno delle mura del Municipio. Convocheremo le sedute del Consiglio Comunale in diversi luoghi del paese, inoltre ci impegneremo a lasciare libera e aperta la discussione al termine di ogni consiglio, per accogliere idee, suggerimenti e critiche provenienti da chiunque volesse apportare il proprio contributo. Dico apertamente ai colleghi, soprattutto a chi è alla prima esperienza amministrativa, che essere eletti vuol dire rispondere alla comunità e confrontarsi quotidianamente con nuove sfide. Amministrare un territorio è costruire e promuovere il bene comune».


Nominati anche i componenti della giunta, con Jessica Pandini che sarà il primo vice sindaco donna della storia di San Martino in Strada (con delega alle politiche sociali, all’istruzione e politiche giovanili). «Non voglio nemmeno parlare di parità di genere, perché non ha senso. Quello che abbiamo siglato non è un atto formale: Jessica Pandini sarà vice sindaco perché è competente, ha tanto entusiasmo e intraprendenza, è una mamma, una donna capace e sono onorato di conferirle questa carica. È stata assessore nella scorsa legislatura: siamo convinti che svolgerà questo ruolo con responsabilità, autorevolezza e comprensione». Gli altri membri della giunta sono Elisabetta Invernizzi (cultura, biblioteca e pari opportunità), Cristian Livraghi (lavori pubblici, politiche ambientali, edilizia privata e manutenzione del patrimonio) e Aldo Negri (comunicazione, innovazione, sport, associazionismo, personale e organizzazione).
A ciascuno è stato assegnato un ruolo definito, con una delega. Il capogruppo è Christopher Saccomani e Angelo Gazzola invece presidente del consiglio comunale (politiche per gli anziani, per il lavoro, per la persona e politiche abitative). Valentina Meleri si occupa di politiche per l’infanzia e asili nido, Stefania Mastrorilli di politiche per la famiglia, Andrea Pezzoli di regolamenti comunali, attuazione del programma, trasparenza e privacy, Stefano Gattelli di manifestazioni ed eventi e Luca Fiorin di bilancio, ricerca finanziamenti pubblici, ottimizzazione della spesa.


Un ultimo, doveroso, pensiero è rivolto a Paola Galimberti, assente durante il consiglio: «Paola ha qualche problema di salute, non è un mistero: ma la malattia che l’ha colpita è sotto controllo ed è guaribile. Sta bene e necessita di un buon periodo di convalescenza e riabilitazione: Paola ci è stata vicina durante tutta la campagna elettorale, è stata parte integrante del nostro gruppo e continuerà ad esserlo, è costantemente aggiornata su tutto quel che succede in comune e sta seguendo anche da lontano tutti i nostri progetti. Ma in questo momento crediamo che la priorità per lei debba essere la salute, perché Paola è un incredibile valore aggiunto per Comune Aperto e abbiamo bisogno di lei più in forma che mai. Per rispetto nei suoi confronti, è l’unica alla quale non abbiamo assegnato alcuna delega né ruolo definito: quando starà meglio e se la sentirà tornerà nuovamente a piena disposizione dell’Amministrazione Comunale con i compiti e le mansioni che saranno più consoni».

In chiusura un appello: «Faccio un appello a tutti i componenti di questo Consiglio - chiude Torza, che ha tenuto per sé le deleghe a urbanistica, sicurezza e Polizia Locale, commercio e attività produttive -: ognuno di noi ha una carica istituzionale importante, ma non perdiamo mai di vista la bussola che ci ha guidato in questi ultimi anni: con dedizione e umiltà mettiamoci al servizio degli altri con costanza, tenacia, e con un grande spirito di servizio».