Inaugurato il nuovo parco di via Papa Giovanni Paolo II

«Un parco in cui crescere assieme»

Data:

21 aprile 2024

Immagine principale

Descrizione

Ha aperto i battenti ufficialmente attorno alle 16.30, con i bambini scatenati alla corsa al primo gioco. Tanto entusiasmo all'apertura del nuovo parco in via Giovanni Paolo II.

Di seguito il discorso integrale del sindaco Andrea Torza:

Cari concittadini,

È con grande gioia e emozione che oggi ci ritroviamo qui per inaugurare questo nuovo grande parco giochi per bambini, ragazzi e adulti del nostro amato paese. Questo momento segna un'importante tappa nella nostra missione di rendere la nostra comunità un luogo sempre più accogliente e vivace per le nostre giovani generazioni.

Do il benvenuto al Presidente della Provincia Fabrizio Santantonio, al Parroco don Davide Chioda, al Maresciallo dei Carabinieri di Cavenago d’Adda Giovanni Silipo, ai colleghi amministratori, ai tecnici e a tutti i sanmartinesi presenti.

Questo parco non è soltanto un insieme di giochi e strutture, ma è un luogo di gioia, di divertimento e di crescita per i nostri bambini e ragazzi. È un luogo dove possono correre, giocare e dare libero sfogo alla loro creatività, un'oasi di svago e di socializzazione nel cuore del nostro paese.

Mi soffermo un attimo sulla spesa che abbiamo affrontato per questo parco, perché è importante capirne le sfumature. L’opera in totale è costata circa 600.000 euro. Una cifra sicuramente importante, che abbiamo cercato di investire al meglio. Ma come li abbiamo ottenuti questi soldi? 100.000 sono stati utilizzati prelevandoli dal nostro bilancio comunale, mentre i restanti 500.000 euro sono arrivati grazie alla partecipazione a un bando di Regione Lombardia che finanziava interventi di questo tipo e il nostro progetto è stato giudicato meritevole di finanziamento.

Quello di investire risorse di bilancio nella progettazione ed avere gli elaborati pronti è diventato un nostro modus operandi. Perché è in questo modo che si possono ottenere fondi per opere straordinarie come questa, altrimenti difficilmente realizzabili con risorse di bilancio proprie. Lo stesso abbiamo fatto negli anni ad esempio con il tunnel sotto il cavalcavia, per il quale abbiamo intercettato quasi un milione di euro a fondo perduto. E abbiamo nel cassetto tanti altri progetti che teniamo pronti nel caso in cui si verifichi qualche opportunità.

Quello che andiamo a inaugurare oggi è sì un parco, ma al tempo stesso rappresenta un investimento nel benessere e nella serenità dei nostri concittadini. Crediamo molto nel fatto che un paese debba essere accogliente, vivo, stimolante e ricco di opportunità. Un paese che consenta alle persone di uscire, di incontrarsi, di tessere nuove relazioni. Lo abbiamo ribadito anche venerdì nell’inaugurazione di Casa Samma, la nuova Casa delle Associazioni: essere al fianco dei volontari che a vario titolo si adoperano per il paese è fondamentale per creare una comunità forte, che abbia un senso di appartenenza, che sappia essere viva e propositiva nei momenti di gioia, ma anche unita e coesa nei momenti di difficoltà. E di questo ne abbiamo avuto la riprova soltanto poco tempo fa durante la pandemia.

In questo parco troverete giochi per bambini, ma non solo. Siamo un piccolo paese, che però può contare almeno su 8 parchi gioco per bimbi dislocati su tutto il territorio. Abbiamo voluto dunque che in questo spazio potessero trovarsi a proprio agio un po' tutti. I più piccoli ovviamente con il castello, la carrucola e i vari giochi, ma anche i più grandicelli con la piramide elastica, il campo da ping pong e il campo polivalente illuminato da calcetto e pallavolo ma che può prestarsi anche ad altri sport come il pattinaggio, dimostrazioni di judo o karate oppure ospitare manifestazioni di danza ad esempio. C’è anche un’area ombreggiata per i nonni o per chi volesse trascorrere qualche momento al fresco dell’ombra, nell’attesa che tutte le piante messe a dimora crescano. Ma il bello di questo parco è anche che rimane ancora tanto spazio per la fantasia: la struttura coperta in futuro potrà diventare qualche cosa di più di un semplice posto all’ombra, e nella parte vicina al campo da calcetto lasciamo uno spazio dove in futuro le prossime amministrazioni potranno investire ulteriori risorse per installare altre attrattive. In definitiva non finisce qui questa area, c’è ancora spazio per crescere e migliorare. 

Ad oggi questo parco non ha un nome. Perché abbiamo pensato che a deciderlo dovessero essere i bambini e i ragazzi della nostra comunità. Per cui nei prossimi giorni metteremo a disposizione di tutti gli ordini di scuola e nei luoghi di aggregazione un piccolo questionario attraverso il quale sarà possibile scegliere il nome da dare a questo parco. Ci piacerebbe che il nome riflettesse il senso di un luogo nel quale sarà possibile fare nuove amicizie, imparare a condividere e a collaborare, e soprattutto crescere in un ambiente sicuro e accogliente.

A proposito di ambiente sicuro e accogliente. Mi rivolgo in particolare ai ragazzi: in questi anni abbiamo cercato di lasciare nelle vostre mani spazi completamente riqualificati, spazi belli e curati, che però avranno bisogno soprattutto della vostra premura e del vostro rispetto. Questo ora è il vostro parco: per questo faccio appello al vostro senso di responsabilità, al vostro senso civico, abbiatene cura e sappiate che ogni atto amministrativo che compiamo, lo compiamo pensando al meglio per voi, che siete il nostro futuro.

Chiudo ringraziando di cuore tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di questa grande opera pubblica: gli Assessori e i Consiglieri Comunali che più volte insieme a me si sono confrontati, hanno proposto e dato idee quando ancora avevamo davanti un foglio bianco. Ringrazio l’Architetto Paolo Devizzi, progettista di questa opera dove ha saputo soprattutto consigliarci al meglio nelle scelte e nel dare un senso a questa area.  Il mio grazie va anche all’ufficio tecnico Comunale dove l’Ing. Massimo Boselli, Responsabile dell’ufficio tecnico Comunale e al Geom. Valeriano Vergnaghi devono sopportare noi amministratori che spesso chiediamo loro di trasformare in realtà le nostre idee un po' fuori dagli schemi. Grazie anche all’Impresa Sa.gi Costruzioni di Senna Lodigiana e agli artigiani che hanno eseguito i lavori in maniera puntuale e precisa con passione e dedizione.

È grazie all’impegno costante di tutte queste persone che oggi possiamo godere di questo magnifico spazio.

Un caro saluto lo rivolgo anche al gruppo dei volontari della Protezione Civile di San Martino che anche oggi ci hanno dato un grosso aiuto nel consentire questa inaugurazione. 

Ringrazio infine tutti voi per essere qui oggi a condividere con noi questa grande gioia. Che questo parco sia testimone di tanti momenti felici e di tante avventure indimenticabili che i nostri bambini e ragazzi insieme anche ai loro genitori o nonni vivranno qui insieme.

Ora abbiamo organizzato un piccolo rinfresco per tutti, mentre alle 17.30 consegneremo le Pigotte ai bimbi sanmartinesi nati nel 2023.

Ma ora è arrivato il momento di tagliare il nastro e di goderci finalmente il nostro nuovo parco!».

Andrea Torza

Sindaco di San Martino in Strada. 

A cura di

Sindaco

Piazza Unità d'Italia, 5, San Martino in Strada, Lodi, Lombardia, 26817, Italia

Email: sindaco@comune.sanmartinoinstrada.lo.it
Sindaco

Pagina aggiornata il 19/07/2024