50.000€ di contributi a fondo perduto a parziale ristoro delle perdite di fatturato causa Covid-19

Presentazione delle istanze entro il 31 gennaio 2022

Data di pubblicazione:
06 Gennaio 2022
Immagine non trovata

La misura messa in campo è straordinaria, così come straordinaria è la situazione che aziende, imprese e lavoratori autonomi hanno dovuto affrontare in questi ultimi due anni. Ecco dunque un bando del tutto speciale, pubblicato in questi giorni dall’Amministrazione Comunale per dare un sostegno a tutte le attività del territorio duramente colpite a livello economico dalla pandemia. «Abbiamo lavorato molto per individuare i giusti criteri di questo bando - commenta il sindaco Andrea Torza -, proprio per cercare di distribuire sul territorio risorse utili a rendere meno difficoltoso questo periodo di grande incertezza. A bilancio abbiamo messo 50.000 euro che verranno assegnati a fondo perduto a parziale ristoro delle perdite di fatturato, ricavi e compensi subite dalle attività economiche operanti nel comune di San Martino in Strada». Sarà importante leggere attentamente il bando presente sul sito istituzionale www.comune.sanmartinoinstrada.lo.it e presentare la domanda entro il 31 gennaio 2022: «Il compito degli uffici e degli amministratori è stato anche quello di rendere il più possibile agevole l’accesso alla dotazione finanziaria. Spesso ci si imbatte in bandi i cui testi rappresentano di fatto un primo scoglio all’accesso dei contributi». Sul sito è possibile anche trovare i moduli di adesione e tutta la documentazione di sostegno necessaria: «Il tessuto commerciale, artigianale e delle piccole imprese - conclude il consigliere delegato al bilancio Luca Fiorin -, rappresenta un grande valore aggiunto per il nostro paese, che da sempre si distingue per una grande intraprendenza anche sotto questo aspetto. Senza dimenticare anche i lavoratori autonomi e liberi professionisti. È nostro dovere tutelare tutti loro: lo abbiamo con gli sgravi sulla Tari nel 2020 e nel 2021, e lo facciamo anche con questo intervento straordinario. Il compito ora è quello di mettere tutti i potenziali fruitori a conoscenza di questa opportunità».