Oltre 11.000€ di buoni spesa per affrontare l'emergenza

Da oggi è possibile inoltrare l'istanza

Data:
22 Dicembre 2020
Immagine non trovata

L’emergenza non è ancora finita, e quindi tornano anche i buoni spesa per le persone e le famiglie in difficoltà. Da oggi e fino al 27 febbraio sarà infatti possibile richiedere un sussidio per l’acquisto di generi di prima necessità: la cifra complessiva stanziata dal Comune è di 11.200€ che serviranno a tamponare le emergenze sociali più gravi. In tale periodo, a seguito dell’erogazione di un primo contributo, l’interessato potrà inoltrare una seconda richiesta trascorsi almeno trenta giorni dalla prima richiesta. Tutti i moduli per effettuare la domanda di sostegno sono presenti sui nostri canali di comunicazione online (sito, Facebook, Twitter e App), ma anche all’ingresso del Municipio. «Abbiamo riattivato la macchina che nello scorso mese di aprile aveva gestito in efficienza una situazione analoga - spiega il sindaco Andrea Torza -, mettendo sul piatto oltre 11.000 euro che serviranno a tamponare le emergenze sociali più gravi scaturite da questa pandemia. A fine febbraio valuteremo la situazione, e se sarà il caso la attiveremo una terza volta cercando di reperire altri fondi, lo sforzo è massimo». «Chi può richiedere i buoni? Chi è disoccupato - spiega l’assessore ai servizi sociali Jessica Pandini -, o in grave difficoltà economica per effetto dell’emergenza sanitaria in corso. Chi non percepisce pensioni o sussidi pubblici superiori a i 500 euro mensili, i nuclei familiari in cui nessun componente possiede un reddito mensile da lavoro dipendente, pensione, assegni ed ammortizzatori sociali superiore a 1000 euro, oppure chi, alla data di sottoscrizione della dichiarazione, abbia una somma dei C/C bancari o postali a disposizione inferiori alla cifra di 3000 euro. All’interno della versione integrale del bando sono comunque contenute tutte le informazioni necessarie».  

A coloro che ne avranno diritto, i buoni spesa saranno così assegnati:
Nucleo famigliare di 1 o 2 componenti: buono spesa da 150 euro
Nucleo famigliare da 3 a 5 componenti: buono spesa da 250 euro
Nucleo famigliare con 6 o più componenti: buono spesa da 350 euro
Verranno aggiunti 50€ per ciascun minore (da 0 a 3 anni), diversamente abile o over65 con invalidità, presente nel nucleo familiare.

Le richieste dovranno essere inoltrate  all’Ufficio Servizi Sociali del Comune di San Martino in Strada prioritariamente via mail  a:  protocollo@comune.sanmartinoinstrada.lo.it, tramite PEC a :  sanmartinoinstrada@cert.elaus2002.net oppure dovranno essere recapitate in busta chiusa nell’apposita cassetta postale all’ingresso del Municipio.


«La lista degli esercizi in cui sono utilizzabili i buoni è in fase di aggiornamento - chiude la Pandini -, poiché ci stiamo attivando affinché vengano autorizzati anche i negozi per acquistare il cibo per gli animali, considerato dai DPCM bene di prima necessità». Al momento i buoni spesa saranno utilizzabili nei seguenti esercizi situati sul territorio di San Martino in Strada:
• Frutta e Verdura da Orges (via Vittorio Emanuele II, 74 | San Martino in Strada)
• Alimentari Cipolla (via Vittorio Emanuele II, 51 | San Martino in Strada)
• Alimentari F.lli Orlandi (via Vittorio Emanuele II, 23 | San Martino in Strada)
• La Casina delle Delizie (chiamando il 3356275674)
• La Luna nel Pozzo (via del Lavoro, 2 | San Martino in Strada)
• Macelleria Bottoni (via Garibaldi, 19 | San Martino in Strada 
• Ipermercato Bennet (SS via Emilia, fraz. Sesto Pergola | San Martino in Strada)
• Farmacia Santagostino (ex Sp 107, 39 | San Martino in Strada)
• Parafarmacia c/o C.Commerciale Bennet (ex Sp 107, 39 | San Martino in Strada)
 

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 05 Maggio 2021