Nuova IMU 2020

Legge di Bilancio 2020 ha abolito, a decorrere dal corrente anno la TASI e l’IMU, prevedendo l’accorpamento in un unico tributo

Data:
29 Maggio 2020
Immagine non trovata

Si informano i contribuenti che la Legge di Bilancio 2020 (L. 160 del 27/12/2019) ha abolito, a decorrere dal corrente anno la TASI e l’IMU, prevedendo l’accorpamento in un unico tributo. L’imposta, chiamata “nuova IMU”, in vigore dal 2020, mantiene in linea generale gli stessi presupposti soggettivi e oggettivi, disciplinati dalla normativa vigente nel 2019.

VERSAMENTO DELL’IMPOSTA
Il pagamento dell’imposta avviene in due rate, ossia 16 giugno per l'acconto e 16 dicembre per il saldo. A causa dell'emergenza sanitaria da Covid-19 potrebbero intercorrere variazioni, pertanto i contribuenti sono invitati a consultare il sito istituzionale per eventuali aggiornamenti.
Il versamento della prima rata della nuova IMU 2020 è pari alla metà (50%) di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l'anno 2019. Qualora il tributo dovuto nel 2019 fosse solo IMU, l’importo dovuto corrisponderà alla metà dello stesso.
Il versamento della rata a saldo nel mese di dicembre verrà eseguito a conguaglio, sulla base delle aliquote che verranno approvate dall’Ente entro il prossimo 31 luglio, insieme al nuovo Regolamento Comunale.

NUOVA IMU NOVITÀ
Sono state in gran parte riconfermate le tipologie di abitazioni assimilabili ad abitazione principale ad eccezione dei pensionati AIRE che non beneficeranno più dell'esenzione per l'abitazione posseduta in Italia.
Il comma 741 lettera c) n. 4 ha stabilito, ai soli fini dell’applicazione IMU, la costituzione del diritto di abitazione in capo al genitore affidatario dei figli e non SOLO AL CONIUGE. Quindi anche per tale FATTISPECIE, come per il coniuge assegnatario, è stabilita l’esclusione dall’IMU della casa familiare assegnata con provvedimento del Giudice e già assimilata all’abitazione principale nella precedente disciplina.
Fabbricati rurali strumentali e beni merce diventano soggetti ad IMU.
Ripristino dell’obbligo dichiarativo, nei casi previsti, entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui intervengono variazioni (art. 1 comma 769)

Il “Decreto Rilancio” ha esentato dalla prima rata per l’anno 2020:
- gli immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché gli immobili degli stabilimenti termali;
- gli immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e gli immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate

Viene offerto ai contribuenti il servizio di calcolo IMU con relativa stampa dell’F24 sul sito istituzionale.

Per tutti i MERCOLEDì e VENERDì del mese di giugno sarà aperto lo sportello dedicato, che riceverà SOLO SU APPUNTAMENTO dalle ore 9,30/13,00 e 13,30/16,00.
Per appuntamenti e informazioni contattare l’Ufficio Tributi 0371 44981
L’accesso sarà consentito ad una sola persona per ogni appuntamento, che dovrà osservare tutte le prescrizioni di Legge in materia di prevenzione e protezione per il controllo del rischio da coronavirus.
E’ preferibile richiedere F24 di versamento tramite mail (accertamenti@comune.sanmartinoinstrada.lo.it), verrà inoltrato sempre tramite mail senza bisogno di recarsi in Municipio, per evitare assembramenti.

Ultimo aggiornamento

Sabato 01 Maggio 2021