Da venerdì riparte il mercato di piazza Pagano

Un'altra piacevole abitudine da riconquistare, con le dovute precauzioni

Data:
27 Maggio 2020
Immagine non trovata

Pronti a ricominciare. L’iter di preparazione per far tornare il mercato in piazza Pagano è stato lungo e complesso, ma ora è tutto predisposto e da venerdì il mercato degli ambulanti tornerà come di consueto al proprio posto. Sarà leggermente diverso dal solito, ci sarà qualche cautela e precauzione in più, ma tutto si svolgerà in completa sicurezza. «È bello sapere che il mercato tornerà al proprio posto - spiega il sindaco Andrea Torza -. Ci è voluto qualche tempo per approntare tutte le indicazioni contenute nei decreti e nelle ordinanze, ma adesso siamo pronti. L’area sarà messa in sicurezza venerdì mattina prima dell’inizio del mercato: si accederà all’area di mercato dalla rampa carrabile della piazza, misurando la febbre, igienizzando le mani, ovviamente con indosso la mascherina, mentre l’uscita sarà dal lato banca. All'interno dell'area potranno esserci al massimo il doppio delle persone del numero di banchi presenti (es: 9 banchi, 18 clienti). Non sarà possibile accedere ai portici, che saranno riservati unicamente al transito pedonale, dunque sarà consentito in mattinata recarsi in biblioteca». Un’operazione, quella che partirà venerdì, possibile grazie al coinvolgimento di più attori: «Devo ringraziare ovviamente la nostra Polizia Locale, l’Ufficio Tecnico, ma anche la Protezione Civile di Lodi che invierà un proprio incaricato per consentire il corretto svolgimento, così come l’Auser che metterà a disposizione a turni i propri volontari. Ancora una volta è la dimostrazione che restando uniti si può fare molto». Dopo l’apertura della biblioteca avvenuta martedì, ecco un altro tassello che torna nella propria collocazione: «E non sarà l’unico - chiude il sindaco -. Come promesso stiamo lavorando parallelamente sia alla gestione dell’emergenza che al graduale ritorno alla normalità. Non mi stancherò mai di ripetere che dobbiamo essere prudenti, ma al tempo stesso dobbiamo provare a fare qualche passo in avanti. E questi sono segnali».

Ultimo aggiornamento

Sabato 01 Maggio 2021