Consiglio Comunale del 26 febbraio 2020 si svolgerà a "porte chiuse"

Dopo l'assemblea verrà pubblicato un video con l'aggiornamento alla popolazione sull'emergenza coronavirus

Data:
26 Febbraio 2020
Immagine non trovata

«Una scelta di buon senso - spiega il presidente del Consiglio Comunale Angelo Gazzola -, dettata dalle linee guida emanate da Ministero e Regione. Il Consiglio Comunale di questa sera avrà tre punti all'ordine del giorno: 1. approvazione dei verbali della seduta precedente
2. approvazione del nuovo statuto e della relativa nuova convenzione della Azienda Speciale Consortile Servizi Intercomunali ACSI e contestuale approvazione del bilancio preventivo 2020, Bilancio Pluriennale 2020-2022 e Contratto di Servizio 2020-2024
3. comunicazioni del sindaco». Sarà nostra cura informare tempestivamente la cittadinanza sull'andamento del consiglio, e alla fine della seduta pubblicheremo un video con un aggiornamento alla popolazione sull'emergenza coronavirus.

Di seguito il testo della comunicazione ufficiale:

Il Sindaco d’intesa con il Presidente del Consiglio Comunale;
Visti :
- L’Ordinanza del Ministero della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Lombardia del 23 febbraio 2020;
- I chiarimenti relativi all’applicazione dell’Ordinanza del Ministero della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Lombardia pubblicato sul sito www.regione.lombardia .it
- Il Decreto n.498 in data 24.2.2020 del Presidente della Regione Lombardia, dott. Attilio Fontana, recante “Ulteriori misure applicative dell’Ordinanza del 23 febbraio 2020- Riunioni in Uffici Pubblici ed attività di Front-Office”;

Considerato che l’obiettivo dell’Ordinanza e del decreto sopra richiamati che regolano le prescrizioni per il contenimento del Coronavirus-CODIV19 nelle aree regionali classificate come “gialle” ( tra cui rientra il Comune di San Martino in Strada) è quello di limitare le situazioni di affollamento di più persone in un unico luogo;

Considerato che , per quanto specificatamente concerne le riunioni con presenza fisica di più partecipanti, si rende opportuno limitare lo svolgimento esclusivamente a quelle necessarie ad assicurare la regolare funzionalità dell’ente e comunque a quelle non differibili, disponendone altresì lo svolgimento “a porte chiuse” garantendo la pubblicità eventualmente attraverso altri canali di comunicazione. 

Visto l’art. 50 e 54 del D.Lgs. 267/2000;

DISPONGONO

Lo svolgimento “a porte chiuse” del Consiglio Comunale del 26.2.2020 vietando l’accesso del pubblico alla sala Consiliare.

Ultimo aggiornamento

Sabato 01 Maggio 2021