Da gennaio attivo il nuovo servizio di pre e post scuola

...

07/11/2019

Iscrizioni entro il 15 novembre 2019

Un servizio potenziato, in grado di accogliere gli alunni alle 7 di mattina e di sorvegliarli fino alle 18.30 del pomeriggio, con educatori specializzati. 
L’Amministrazione Comunale ha imbastito in questi mesi un servizio potenziato di pre e post scuola, che necessita obbligatoriamente di iscrizione entro il 15 novembre 2019 al fine di poter affinare la struttura organizzativa. Il regolamento completo e i moduli di pre adesione sono stati consegnati classe per classe, sono presenti sul sito comunale e sono ritirabili anche allo sportello in Municipio. «Volevamo fornire un servizio a un numero sempre maggiore di famiglie - spiega il vice sindaco Paola Galimberti, delegata all’istruzione pubblica -, pensando a qualcosa che potesse dare tranquillità ai genitori lavoratori, consentendo un’ampia flessibilità di orari a chiunque. Tanto per fare un esempio: un bambino della scuola primaria può rimanere custodito dalla mattina alle 7 fino alla sera alle 18.30 in un ambiente protetto e qualificato. Ad occuparsi del pre e post scuola saranno infatti delle educatrici. Proprio per questo il servizio avrà un costo che, seppur minimo, è un impegno reciproco tra l’Amministrazione e le famiglie per la buona organizzazione». 
Per quanto riguarda la scuola primaria e secondaria di primo grado il pre scuola sarà organizzato in via Aporti dalle 7 fino all’inizio delle rispettive lezioni (costo 5€ al mese). Il post scuola (solo per la primaria) invece sarà dalle 16.30 alle 18.30 (costo 10€ al mese comprensivo di sorveglianza e assistenza formativa). 
Per la scuola dell’infanzia invece il pre scuola sarà presso i locali della materna, dalle 7 fino all’inizio delle lezioni (costo 5€ al mese), e il pomeriggio dalle 15.45 fino alle 18.30 (costo 10€ al mese comprensivo di sorveglianza e merenda). I moduli dovranno essere consegnati in comune entro il 15 novembre 2019 oppure trasmessi via mail a protocollo@comune.sanmartinoinstrada.lo.it «Chiaramente, per essere sostenibile, il servizio dovrà avere un numero minimo di cinque iscritti per ogni tipologia». 
Come anticipato nei mesi scorsi alle famiglie interessate, dal mese di gennaio 2020 non sarà più attivo il servizio di scuolabus. «Abbiamo riflettuto molto su questa decisione - spiega il vice sindaco Paola Galimberti -, condividendola già nel mese di luglio con le famiglie interessate. Il servizio per un intero anno scolastico costa al Comune circa 50.000€ per un un totale di di 40 utenti (la maggior parte residenti in centro paese): una cifra enorme per le nostre casse, considerato anche che attraverso la tariffa pagata dalle famiglie coprivamo solo il 17% del totale. Cifre importanti, che ci hanno spinto a prendere questa decisione: ora, parte delle risorse che utilizzavamo per lo scuolabus, serviranno per offrire un servizio più completo a un numero decisamente più elevato di famiglie, potenziando l’offerta di assistenza ai figli negli orari extra scolastici».