Sputa il Rospo

...

Dopo l’insediamento nel giugno 2009, l’Amministrazione Comunale di San Martino in Strada nella persona del sindaco e del consigliere delegato alla comunicazione Aldo Negri pensano ad uno strumento che possa il più possibile raccogliere i suggerimenti dei cittadini, un mezzo utile per guidare l’agire amministrativo degli anni a venire. Dopo qualche mese di progettazione, nell’ottobre del 2009 si decide di partire con l’operazione “Sputa il rospo”: ad essere a conoscenza di questa iniziativa solamente il Sindaco e il consigliere delegato alla comunicazione. Il paese è stato tappezzato da cartelli di legno, manife­sti e volantini distribuiti casa per casa recanti solo e soltanto la sagoma di un rospo.

Al contempo è entrato in azione anche un rospo online, il cui profilo ha catalizzato l’attenzione sul maggiore social network del momento: facebook. Dopo aver assistito in paese ad una vera e propria “rospo mania” è stato annunciato (tramite il periodico dell’Amministrazione Comunale) che il sindaco avrebbe relazionato sulla situazione durante il primo consiglio comunale utile. Durante l’assise si sono presentate circa 30 persone, fatto di per sé inusuale per il comune di San Martino. Svelata la campagna a tutti i cittadini, l’Amministrazione ha inviato ad ogni famiglia sanmartinese un foglio apposito per “sputare il rospo”, posizionando poi delle urne speciali in tutti i bar e trattorie del paese. In questo modo i cittadini hanno potuto “sputare” i propri rospi, scrivendo qualsiasi cosa, senza questionari prestabiliti, senza domande né indirizzi precisi.

E notevole è stata la risposta dei sanmartinesi, che al termine della campagna hanno consegnato nelle urne 149 segnalazioni.

Scarica il libro finale di "Sputa il rospo"